Accademia del Ricercare | Ottetto di fiati dell’Orchestra Cantelli
Considerato da molti appassionati del repertorio preromantico una sorta di spartiacque tra “antico” e “moderno”, Mozart sarà protagonista anche del concerto del 23 giugno in programma nella cornice della Chiesa di San Raffaele Arcangelo di San Raffaele Cimena, nel corso del quale l’Ottetto di fiati Cantelli delizierà la platea con la scintillante vitalità dell’ouverture delle Nozze di Figaro e i toni più pensosi ed elevati della Serenata K 388, uno dei capolavori più sottovalutati del grande Salisburghese.
musica, antica, medievale, rinascimentale, barocca, classica, ensemble, festival, concerti, torino
18094
page,page-id-18094,page-child,parent-pageid-17979,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

Ottetto di fiati dell’Orchestra Cantelli

ottetto-cantelli-feature

Considerato da molti appassionati del repertorio preromantico una sorta di spartiacque tra “antico” e “moderno”, Mozart sarà protagonista anche del concerto del 23 giugno in programma nella cornice della Chiesa di Santa Maria in Pulcherada di San Mauro Torinese, nel corso del quale l’Ottetto di fiati Cantelli – una formazione comprendente due oboi, due clarinetti, due corni e due fagotti e composta da professori d’orchestra del Teatro alla Scala e dell’Orchestra Verdi di Milano – delizierà la platea con la scintillante vitalità dell’ouverture delle Nozze di Figaro e i toni più pensosi ed elevati della Serenata K 388, uno dei capolavori più sottovalutati del grande Salisburghese.

antiqua-2016-avatar-small

Ottetto di fiati dell’Orchestra Cantelli

Alessandro Calcagnile direzione